Al bando la noia!

Esperienze dentro e fuori la vigna
In un'azienda vinicola le cose da fare non mancano mai. E qualunque sia l'attività che ferve al momento – dalla potatura delle viti alla vendemmia delle uve, dalla distillazione delle acqueviti alla degustazione del vino nuovo –, i nostri ospiti sono sempre invitati a partecipare. È assolutamente impossibile tornare a casa dopo una vacanza allo Spitalerhof senza una collezione di ricordi indimenticabili e l'uno o l'altro aneddoto da raccontare! Se, poi, si guarda oltre i confini del vigneto, ecco lì ad attendere le magnifiche montagne altoatesine, l'arte e la storia di Chiusa e le tante strade che, tornante dopo tornante, attirano i biker fin sui passi più suggestivi.
Esperienze al maso

In prima persona

Da osservatori a protagonisti
Attenzione, attenzione! Offresi possibilità di collezionare splendidi ricordi e vivere momenti tutti da raccontare. Perché allo Spitalerhof vacanzieri, amanti del vino e curiosi sono sempre i benvenuti a prendere parte alle attività quotidiane della tenuta. Il nostro lavoro segue i ritmi della natura – il che significa che in ogni stagione dell'anno abbiamo nuove emozionanti esperienze da proporre a chi ha voglia di cimentarsi in prima persona. E parliamo delle attività più diverse, da una festa in grande stile a una chiacchierata su vigna e vino con Michael, passando per un'escursione tra i monti in compagnia di Isabella e Günther, che in barba all'età continuano a essere alpinisti provetti.
Ecco una panoramica delle prossime avventure che abbiamo in serbo per voi:

Wine Talk & degustazione

Quando? Martedì, giovedì, sabato ore 11-15 – è gradita la prenotazione.
Dove? Bottega del maso
Costi? 15 € per persona (gratis con la Chiusa Card alps & wine)

In compagnia del proprietario e viticoltore Michael degusterete 6 dei nostri vini di produzione propria scoprendo fatti e curiosità su viticoltura, vitigni e caratteristiche organolettiche.
Goldener Herbst in den Bergen
Chiusa & dintorni

Scoprire i dintorni

Chiusa e dintorni
Romantica e piena di viuzze e vicoli – è il ritratto di Chiusa, la graziosa cittadina degli artisti. A una breve passeggiata dallo Spitalerhof, vi immergerete nel tipico fascino delle piccole città altoatesine, tra piaceri per il palato e cultura, incorniciati da mura medievali. Nei stretti vicoli lastricati piccole botteghe affiancano negozi con specialità tipiche e prodotti artigianali, splendide boutique e musei, sempre alternati ad accoglienti bar-caffè e ristoranti.

Ma Chiusa è anche il punto di partenza ideale per partire alla scoperta della Val d’Isarco e dell’Alto Adige. Nelle immediate vicinanze si estendono castagneti, colline coltivate a vite e boschi che invitano a fare camminate ed escursioni. Chi ha voglia di spingersi più in alto, avrà l’imbarazzo della scelta tra le Alpi Sarentine su un lato della valle e le Dolomiti della Val d’Isarco sull’altro.

Consiglio: la breve escursione sul Monte di Sabiona con l’omonimo monastero benedettino – prima sede vescovile del Tirolo nonché tra i luoghi di pellegrinaggio più antichi – è una chicca imperdibile dal punto di vista paesaggistico e storico-culturale.